Rai 1

I Campioni

Luciano Ligabue

Maurizio Crozza

Fabio e Luciana sposi

Backstage

Marco Mengoni

Il mago Silvan e Lucianina

Sanremo 1962

Storia e storie del Festival

Presentano: Renato Tagliani, Vicki Ludovisi, Laura Efrikian
Canzone vincitrice: "Addio...addio!", cantata da Domenico Modugno e Claudio Villa

- Rai, che lungimiranza: la Rai vuole ridimensionare gli eventi musicali sul teleschermo e trasmette solo la serata finale

- Questione di sempre, la tutela dei famosi: il Regolamento prevede che delle 32 canzoni in gara 10 accedano d’ufficio alla finale

- L’outsider: Gino Bramieri interpreta due canzoni "Lui andava a cavallo" e "Pesca tu che pesco anch’io". Bramieri, che all’epoca pesava 115 chili, raggiunge la sede del Festival proprio a cavallo. La sua "Lui andava a cavallo" venderà 200.000 copie in una settimana

- Il caso Modugno: si infuria con l’organizzazione per problemi legati alla presenza o meno dell’Eurovisione in occasione della sua canzone, e minaccia di non presentarsi alla serata finale. Tutti con il fiato sospeso, ma il Mimmo nazionale ci sarà

- Modugno e Villa, i due grandi ex rivali, cantano insieme

- Censura: censurati “ab origine” gli sketch “politici” di Ugo Tognazzi e Raimondo Vianello (allontanati due anni prima dal teleschermo per la scenetta sulla caduta dalla sedia del Presidente della Repubblica Gronchi). Il pubblico in sala è comunque dalla loro parte. Quando i due salgono sul palco, però, le telecamere sono spente

- La curiosità: Ugo Tognazzi è autore di una delle canzoni di Sanremo 1962, "Cose inutili", che però non entra in finale

- Il vincitore morale: vincitore morale è Tony Renis con "Quando quando quando", anche se dovrà affrontare una lunga causa per un presunto plagio poi vinta.

- Altre canzoni del Festival: "Tango italiano" (Milva – Sergio Bruni)