Sanremo Story 1951 - 2016

Festa sul palco con gli Stadio dopo la vittoria

Francesco Gabbani dopo la vittoria

Campioni

Irene Fornaciari

Blu

    » Segnala ad un amico
    Irene Fornaciari nasce a Pietrasanta il 24 dicembre 1983 e durante la sua vita è sempre a contatto con musica di ogni genere ma soprattutto con Soul, Blues e R&B.

    Infatti, le sue fonti d’ispirazione sono sempre state, tra gli altri, Tina Turner, Aretha Franklin e Janis Joplin. Nel 2002 collabora alla colonna sonora del cartone animato “Spirit – Cavallo selvaggio”, prodotto dalla Dream Works, firmando i testi italiani delle canzoni cantate da Zucchero (nella versione originale le canzoni sono di Bryan Adams).
    Nel 2003 Irene è tra i protagonisti, nella parte di Myriam, sorella maggiore di Mosè, del noto musical “I dieci comandamenti”, prodotto dai fratelli De Angelis, ed è questa la prima vera occasione che la fa conoscere al pubblico e ai critici, che cominciano a notarla e ad apprezzarla per le sue qualità.

    Il 6 maggio 2004, più precisamente, partecipa al famoso e prestigioso evento di “ZU & Company”, alla Royal Albert Hall, insieme a star mondiali del calibro di Eric Clapton, Brian May, Luciano Pavarotti, Dolores O’Riordan e dove si esibisce proprio con Zucchero in “Like the sun – from out of nowhere” (“Come il sole all’improvviso”) per la diretta tv ed il relativo dvd. A giugno 2006, mentre Irene sta terminando di registrare il suo primo album, è in radio il singolo “Mastichi aria” e ad ottobre viene pubblicato il secondo singolo “Io non abito più qua”, scritto da Bryan Adams.

    Nel 2007, Irene Fornaciari pubblica il suo album d’esordio “Vertigini in fiore” (Universal Music Italia), che le consente di fare una lunga tournée in tutta Italia partecipando come supporter in alcune tappe italiane ed europee del tour di Zucchero “All The Best”. Nel 2009 si esibisce sul palco del 59° Festival di Sanremo nella categoria “Proposte 2009” con il brano “Spiove il sole” e pubblica l’album “Vintage Baby” per Universal Music Italia.

    In questo album Irene ha la freschezza e la forza dei suoi verdi anni mentre la musica ha modi delicati e suoni sottili da anni 60 e 70, da Stax e da Motown. Nel 2010 torna per la seconda volta sul palco dell’Ariston accompagnata dai Nomadi con il brano “Il Mondo Piange” nel quale il mondo musicale di Irene e il mondo della storica band si fondono grazie a Damiano Dattoli, già noto autore di “Io Vagabondo”.

    Il brano è contenuto nel suo terzo album, “Irene Fornaciari” (Universal Music Italia), al cui interno si trovano i pezzi migliori e che più la rappresentano dei due suoi album precedenti, oltre agli inediti “Il Mondo Piange” e “Messing With My Head”, quest’ultimo prodotto da Jan Van Der Toorn e dal grande Deejay Mousse T. Nel 2011 è ospite di Ezio Guaitamacchi nel programma “Delitti Rock”, sempre in onda su Raidue, durante una puntata tributo a Janis Joplin, nella quale ha l’onore di interpretare “Piece Of My Heart” e “Mercedes Benz”, due dei più grandi successi della cantante statunitense. Il mese successivo Irene Fornaciari duetta con una delle più importanti leggende del Soul, Eddie Floyd, in una delle canzoni simbolo del genere “Knock On Wood”.

    Nel 2012 partecipa alla 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Grande Mistero”, scritto da Davide Van De Sfroos, con il quale Irene aveva duettato nel brano “Yanez”, presentato dal cantautore durante l’edizione precedente del Festival. Il singolo “Grande Mistero” è contenuto nel nuovo omonimo album di Irene pubblicato da Universal Music. A dicembre dello stesso anno l’artista riceve il prestigioso Premio Mia Martini: «per essersi imposta nel panorama musicale italiano come rivelazione femminile degli ultimi anni, grazie alle sue doti vocali e alle sue scelte artistiche. Una giovane artista che ha conquistato traguardi prestigiosi e che è diventata tra le nuove “stelle” del panorama pop italiano più raffinato e ricercato».

    Nel 2013 e per tutto il 2014 Irene Fornaciari si esibisce in tour in tutta Italia, e nei mesi di ottobre e novembre del 2014 apre i concerti di Francesco Renga nel tour “Tempo Reale”.

    Nel 2015 l’artista è nuovamente in studio col produttore Diego Calvetti per la scrittura e la lavorazione del suo quinto album, che vedrà la luce in occasione della sua quarta partecipazione al Festival di Sanremo.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847