Rai 1

Sanremo 1968

Storia e storie del Festival

Presentano: Pippo Baudo e Luisa Rivelli
Canzone vincitrice: "Canzone per te", cantata da Sergio Endrigo e Roberto Carlos

- Il Pippo nazionale debutta alla conduzione della kermesse sanremese

- Tutti i riflettori puntati sul grande Louis Armstrong. Al termine del suo brano in gara, Mi va di cantare, non conoscendo il regolamento, intona la celebre When the Saints go marchin’in.. Pippo Baudo è costretto a precipitarsi sul palco per fargli abbandonare la scena. “Ma come?” – replica stupito Armstrong – “Possibile che mi diate tutti questi soldi solo per una canzone?”

- Oltre ad Armstrong, Eartha Kitt e Shirley Bassey (tutti in gara), c’è anche il grande jazzista Lionel Hampton cui spetta di riproporre con il suo vibrafono tutti i motivi in concorso

- Lucio Battisti è autore del brano "La farfalla impazzita", interpretata da Johnny Dorelli e Paul Anka

- Roberto Carlos è l’unico straniero a incidere in italiano la canzone con cui ha vinto il Festival (non era accaduto né con i Minstrels né con Patricia Carli)

- L’esordio: Al Bano con "La siepe", Massimo Ranieri con "Da bambino" e Fausto Leali con "Deborah"

- “Casus” di questa edizione è la polemica in casa del Clan Celentano. Don Backy scrive due canzoni che entreranno entrambe in finale, ma per dissidi ormai insanabili con Celentano non ottiene il permesso di cantarle: "Casa Bianca" e "Canzone". Si classificheranno al secondo e terzo posto

- Altra polemica sempre targata Celentano: accusa Sergio Endrigo di aver scritto una canzone vecchia e non si presenta alla premiazione: “Non posso ammettere che al primo posto ci sia Endrigo. Siamo nel 2000 ragazzi!!!”.

- Altre canzoni del Festival: La voce del silenzio (Tony Del Monaco – Dionne Warwick), La tramontana (Antoine – Gianni Pettinati), Deborah (Fausto leali – Wilson Pickett), Quando m’innamoro (Anna Identici – The Sandpipers), Un uomo piange solo per amore (Little Tony – Mario Guarnera)